Prodotti Speciali Al-Fer

Al-Fer è al servizio del cliente per la produzione di connettori speciali che trovano impiego ad esempio nei solai a doppia orditura oppure in casi particolari, come quelli elencati più in basso.

Catalogo Prodotti Legno-Calcestruzzo con Codice Identificativo

Connettori Mini

I connettori mini di lunghezza inferiore a 16 cm trovano impiego nei travetti secondari di un solaio a doppia orditura. Si possono installare in travetti di dimensione minima cm 5x5 poiché la filettatura dei connettori minima realizzabile è pari a 4,5 cm.

Connettori Speciali

Si tratta di connettori con lunghezza superiore a 16 cm e vengono impiegati nelle travi principali di solai a doppia orditura, nel caso di isolante con spessore maggiore di 3 cm oppure nel caso di solette in calcestruzzo di elevato spessore.

Utilizzo dell’Isolante

Si tratta di un efficace metodo per aumentare l’inerzia della sezione mista senza aggravio di ulteriore peso. Bastano pochi cm di isolante  – posato sopra assito prima del getto di calcestruzzo – per ridurre notevolmente la deformazione e soddisfare così le verifiche.

Una corretta posa si esegue lasciando uno spazio pari a circa la larghezza del travetto in legno per tutta la lunghezza dello stesso per consentire al calcestruzzo di avvolgere il connettore facendolo lavorare prevalentemente a taglio.

Per evitare il galleggiamento del polistirolo durante la fase di getto basta fissarlo con un filo d’acciaio ai connettori come mostrato nelle immagini sottostanti.

Solaio a doppia Orditura con Sospensione dall’Alto

Si mostra il rinforzo di un solaio a doppia orditura composto da tre travi in legno consolidate mediante una soletta collaborante in calcestruzzo, 5 cm di isolante e connettori speciali al-fer di lunghezza 35 cm.

Al piano inferiore non era possibile accedere poiché abitato, il problema è stato risolto impiegando 2 connettori a secco Al-fer forati in testa per ciascuna trave posizionati a circa un quarto della luce da entrambe le estremità a cui sono stati collegati 2 cavi d’acciaio che raggiungono la copertura e registrati successivamente con tenditori.

La presenza dell’isolante ha consentito inoltre la realizzazione di una correa centrale disposta parallelamente ai travetti secondari centrali.

  • 2 travi principali 17x17 [cm], lunghezza 635 [cm], interasse 210 [cm];
  • 1 trave principale 20x28 [cm], lunghezza 635 [cm], interasse 210 [cm];

  • travi secondarie 12x14 [cm], lunghezza 200 [cm], interasse 55 [cm];
• G1 peso proprio= 180 [Kg/mq]
  • G2 portati = 200 [Kg/mq]
  • Q variabile = 200 [Kg/mq]
TOTALE = 580 [Kg/mq]

Di seguito si riportano i particolari costruttivi, le foto di cantiere e i dettagli del calcolo dei connettori mediante il software (linkare) scaricabile gratuitamente.

Sospensione alla Muratura Perimetrale

Qualora si debba rinforzare un solaio che non è possibile puntellare all’intradosso vengono utilizzati connettori a secco Al-fer per eseguire in tutta sicurezza una tirantatura delle travi in legno dall’alto. Infatti la particolare filettatura conica con adattamento rovescio unitamente all’elevata resistenza a snervamento dell’acciaio con cui è prodotto il connettore a secco al-fer consentono valori di circa 2500 Kg all’estrazione in un legno di terza categoria C18. Grazie a questo vantaggioso aspetto è possibile eseguire il consolidamento di solai in legno-cls con sospensione alle murature soprastanti laterali. Basta eseguire un foro diametro 4/5 mm in testa al connettore per il fissaggio di un comune cavo di acciaio da cantiere e fissare un secondo connettore alla muratura. I cavi in acciaio verranno rimossi una volta raggiunta la maturazione della soletta in conglomerato cementizio. 

Nelle immagini allegate si mostra  un esempio di questa applicazione comprensivo dei files di progettazione delle connessioni forniti unitamente alla richiesta di assistenza.

Solai Misti a Sbalzo

Esempio di solaio misto legno-calcestruzzo di copertura in cui le gronde sono state ancorate con ferri di ripresa alla cappa.

Si possono inoltre realizzare sbalzi con travi in legno connettori e soletta collaborante avendo cura di ancorare i ferri a momento negativo almeno una volta e mezza la luce libera di inflessione. Per il progetto di tale sistema si può impiegare il software disponibile (linkare) ed eseguire due verifiche:

  • la prima rispetto alla massima deformazione in cui si pone la luce di calcolo pari al doppio della luce dello sbalzo;
  • una seconda verifica a mano per determinare l’armatura minima in grado di assorbire gli sforzi di trazione generati dal momento negativo.

Per approfondimenti richiedi assistenza.

Doppia Fila di Connettori

Qualora si debba operare con travi di luce molto elevata (8 metri nella fattispecie) e carichi elevati (non strutturali 400 e variabili 200 kg/mq), è possibile raddoppiare il numero di connettori agli estremi e mantenere un singolo connettore al centro ottimizzando così il sistema di connessione e dunque i costi.

Recupero Monumentale

Di seguito alcune foto di travi lignee a singola e a doppia orditura di palazzi storico-artistico recuperate con connettori a secco al-fer.

Magnifica Comunità di Fiemme

Ing. Lorenzo Jurina – Intervento sui solai del Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme – Cavalese (Trento).

Gli interventi di consolidamento proposti hanno avuto inoltre l’obiettivo di realizzare una membrana rigida orizzontale in grado di assorbire gli sforzi generati da eventi sismici. Da qui la scelta di realizzare una soluzione mista legno-calcestruzzo, con l’adozione di connettori che dovevano essere “a secco” a causa delle decorazioni presenti.